Varie

Google Adsense: quando un hobby può diventare una fonte di guadagno

Hai aperto uno spazio web per hobby ed hai notato che migliaia di persone leggono gli articoli del tuo blog. Una volta attivata la monetizzazione scoprirai che le visite dei tuoi lettori possono generare un vero e proprio guadagno.

Avrai senza dubbio notato come anch’io utilizzi Google Adsense nel mio blog. In questa pagina infatti troverai numerosi annunci pubblicitari. Ma che cos’è Google Adsense?

Adsense è uno strumento per inserzionisti, blogger e webmaster che aiuta a trasformare in profitto la propria attività online.
Il funzionamento è semplice: mettiamo ad esempio che tu sia il proprietario della Longobarda, una squadra di calcio che milita in Serie A. La PincoPallino srl, un’azienda esterna, richiede alla società di aggiungere il nome della propria attività sulle divise della Longobarda. Questo perché la squadra si trova in Serie A che è un campionato seguito in tutta Europa. Quindi per ottenere maggiore visibilità, l’azienda è disposta a pagare una cospicua somma di denaro pur di vedere il proprio nome sulla divisa della squadra.

Allo stesso modo, tu decidi di dare visibilità a sponsor esterni mettendo i loro annunci sul tuo blog in cambio di denaro.

Tutto molto interessante, ma quanto si guadagna?

Ne ho sentite veramente tante su quanto si guadagna con Google Adsense. C’è chi mi chiede: “Ma è vero che si guadagna 1€ a visualizzazione?” o “1€ per ogni articolo pubblicato?”. La risposta è no. Nel caso precedente, la PincoPallino srl era disposta a pagare una cospicua somma di denaro perché sapeva che il campionato di Serie A è seguito da milioni di persone. Nel caso del blog la questione è un po’ più complicata. Quante persone diverse visitano i tuoi post? Quante effettivamente visualizzano gli annunci, quanti invece hanno strumenti che bloccano automaticamente le pubblicità (leggi anche: Perché sconsiglio di usare AdBlock)?

Avrai allora capito che alla PincoPallino srl non conviene pagare a priori uno spazio pubblicitario se questo molto probabilmente non verrà nemmeno visualizzato. Per questo motivo su Adsense vengono conteggiati solo i click sull’annuncio e le impression.

I primi, come si evince dal nome, sono i Pay per Click. Se un utente che visita il tuo sito è attratto da un annuncio e ci clicca sopra, tu guadagni una piccola somma di denaro (nello specifico, un determinato numero di centesimi di euro o di dollaro). Le impression invece sono il guadagno derivato dal numero di secondi che il lettore passa a guardare un annuncio pubblicitario. Il numero di centesimi guadagnati varia a seconda dello sponsor. Se la PincoPallino srl è disposta a pagare 0,25 centesimi per ogni click e 0,15 centesimi per ogni impression, tanto è il guadagno che percepirai se qualcuno visualizza o clicca l’annuncio dell’azienda.

Cosa non devi assolutamente fare

Ora sai che percepirai guadagno per ogni click su un annuncio. La tentazione di cliccare ripetutamente gli annunci del tuo blog è forte vero? Beh non lo fare. Google riesce a percepire in quali zone si muove il traffico di dati e se vede che arrivano tutte dalla stessa parte scoprirà che stai barando. In conclusione non solo ti azzererà il conto, ma bandirà il tuo account non dando più la possibilità di ricrearne un altro. Dammi retta non provare nemmeno. Non ne vale la pena.

Cosa puoi fare invece

L’unica cosa che puoi fare è continuare a pubblicare i tuoi contenuti, magari rendendo più appetibile il tuo sito con le strategie di SEO. La cosa bella di Google Adsense è che le pubblicità sono mirate. Se la PincoPallino vende giocattoli, l’annuncio comparirà solo nei blog che parlano di giocattoli o a persone che stanno cercando giocattoli. Si chiama pubblicità comportamentale e funziona alla grande.

Per concludere, probabilmente pensavi che con poche centinaia di visual avresti ottenuto ottimi guadagni, ma statisticamente ci vogliono diverse migliaia di visual per ottenere un margine di guadagno tra i 10 e i 50€ mensili. Cifre a tre zeri si raggiungono solo dopo molto tempo (e molti click o impression).
L’importante è non perdersi d’animo. Non pensare al denaro, anzi continua a pubblicare i tuoi contenuti con passione e vedrai che i guadagni col tempo arriveranno 😄

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *